Giosuè Allegrini

Mario Porcù nasce a Villamassargia, in provincia di Cagliari, nel 1917.

Scultore animalista di grandi capacità si esprime attraverso il sapiente uso di svariati materiali, dal bronzo alla pietra, dal marmo alla terracotta. Porcù giunge in Albisola intorno al 1950 e diviene amico di Nanni Servettaz. Tra il 1953 e il 1957 lavora presso la fabbrica albisolese “Manifattura Ceramiche Italia” sotto la direzione artistica di Ugo Michielotto. Tra il 1957 e il 1958 realizza alcuni pannelli in piastrelle ceramiche, destinati a decorare le facciate di alcuni edifici privati di Albisola, progettati dall’architetto Piacentini. Dall’inizio degli anni Sessanta collabora con la manifattura “Grosso Ceramiche” di Albisola Capo. Nel 1962 vince il primo premio, ex aequo con Eva Soerensen, al IV° Festival Internazionale della Ceramica.

Nel 1962-’63 partecipa alla realizzazione del Lungomare degli Artisti ad Albissola Marina, insieme a Fontana e Capogrossi. Amico di Asger Jorn, negli stessi anni realizza alcuni lavori presso l’albisolese “La Fenice” di proprietà di Ernesto Daglio. Negli anni Ottanta è invitato da Bepi Mazzotti a realizzare alcune ceramiche presso la loro manifattura “Fabbrica Casa Museo G. Mazzotti 1903” di Albisola capo.

“Mi sento estraneo all’arte come delirio onorico o visionario. La mia scultura mira ad essere ed è il contrari del grido. Tengo d’occhio due stelle: l’architettura e la musica (quella di Mozart ad esempio) che considero l’arte più alta e, ad esse cerco di adeguare le immagini che plasmo con la creta o che scolpisco nel marmo o nel bronzo. La scultura è silenzio, fissità, costruzione”.

Mario Porcù muore a Savona nel 2001.

Alessandro Signori
Corso Bigliati 26 -17012-
Albissola Marina (SV)

Tel. 349 4496893
Tel. 019 489731

info@signoriarte.com

Sono felice di darvi il benvenuto sul nuovo sito web costantemente aggiornato!
Stampa Stampa | Mappa del sito
© MARIO PORCU- Non è consentita la divulgazione di immagini e contenuti soggetti a copyright.